Loading...
15Mar 2023

ISBN - la prima serie tv in biblioteca

Fondazione Bottega Finzioni e Comune di Bologna lanciano un progetto seriale ideato insieme a Marco Malvaldi, l’autore del BarLume e di tanti altri romanzi.


A parte alcuni casi fortunati come Il nome della rosa, difficilmente le biblioteche sono state ritenute scenari ideali per fiction televisive e cinematografiche. Eppure sono luoghi pieni di storie: non si trovano solo nei libri, ma anche tra gli operatori e gli utenti, lungo i corridoi pieni di scaffali, nelle cantine, nei bagni. Nascono anche semplicemente dal fatto che lì dentro, grazie all’incontro con i testi, si verificano tante occasioni di conoscenza e di cambiamenti personali.

A questo hanno pensato Marco Malvaldi, Samantha Bruzzone (co-autori di tanti romanzi e saggi) e Michele Cogo (autore tv, sceneggiatore e direttore di Fondazione Bottega Finzioni). Per questo hanno coinvolto nel loro progetto ISBN il Comune di Bologna (socio fondatore di Fondazione Bottega Finzioni) attraverso Elena Di Gioia, delegata alla cultura di Bologna e della Città Metropolitana e Veronica Ceruti, direttrice del Settore Biblioteche e Welfare culturale.

ISBN (come il codice numerico per identificare i libri in tutto il mondo) è un progetto di scrittura per una fiction televisiva rivolta ai grandi network che i tre autori condivideranno e svilupperanno durante il 2023 insieme agli allievi del corso per Autori di Fiction di Fondazione Bottega Finzioni. Un corso interamente gratuito e finanziato dal Fondo Sociale Europeo+ e dalla Regione Emilia-Romagna.

Ma il progetto non si limita a questo. Infatti i tre autori, insieme a Fondazione Bottega Finzioni e Comune di Bologna, lanciano l’iniziativa ISBN / Inviaci le tue storie in biblioteca, chiedendo a tutti gli interessati di inviare una breve storia ambientata in biblioteca, oppure che abbia a che fare con un cambiamento personale dovuto alla lettura di un libro. Chiedono a chiunque abbia voglia di proporre la sua idea, di inviare un elaborato di una cartella al massimo (1800 battute spazi inclusi) all’indirizzo: isbn@bottegafinzioni.com, entro e non oltre il 30 aprile 2023.

Gli autori dei dieci migliori racconti saranno invitati a una premiazione con aperitivo letterario alla presenza di Marco Malvaldi e degli altri autori di Fondazione Bottega Finzioni, e i loro racconti saranno utilizzati come spunti per la creazione dei soggetti di puntata della serie ISBN. Nel caso il progetto diventasse una serie tv realizzata, la paternità delle storie di puntata verrà riconosciuta agli autori tramite la formula “Soggetto liberamente tratto da un’idea di… ”.

Questo progetto coniuga perfettamente due delle anime di Fondazione Bottega Finzioni: la didattica professionalizzante che si approfondisce nelle aule – anche grazie ai finanziamenti europei e regionali – e la passione per le storie, strumento democratico per eccellenza perché si trovano ovunque e possono essere narrate, ascoltate, lette, viste da tutti. Si affiancano a queste due, l’anima produttiva – fin dalla sua nascita, Bottega Finzioni Produzioni mira a portare in produzione i progetti nati in aula – e l’anima che guarda al sociale e alla memoria con progetti con bambini e ragazzi, nelle scuole e non, come Brutte storie o Storie in giro e il Premio 10.26, che rilancia idealmente i fili spezzati quel 2 agosto. 

Elena Di Gioia, delegata alla cultura di Bologna e Città Metropolitana

Le biblioteche racchiudono e offrono le storie dei libri che contengono e sono, allo stesso tempo, lo spazio dove i lettori vivono proprie storie. ISBN. LA PRIMA SERIE TV IN BIBLIOTECA è una preziosa occasione per fare emergere queste storie attraverso una chiamata pubblica che ne selezionerà alcune come spunti per le puntate di una serie televisiva che darà un ruolo da protagonista alle biblioteche, presentate come spazi vivi di socializzazione. Come città che crede nella apertura degli spazi culturali siamo particolarmente felici che il progetto sia portato avanti dalla competenza e passione di Fondazione Bottega Finzioni e che la serie sarà girata in una biblioteca di Bologna.

Maurizio Marinelli, Presidente di Fondazione Bottega Finzioni - ETS

Antropologi e semiologi, come Paolo Fabbri, ispiratore di Bottega Finzioni, ci dicono che con il linguaggio e il pensiero astratto l’uomo ha imparato a raccontare storie, a descrivere di se, immaginare il futuro, ricordare il passato o costruire il presente che non c’é. Bottega Finzioni è una fondazione narrativa ETS, la prima in Italia, iscritta al registro del Terzo Settore, cioè una attività for benefit che non ha scopo di lucro. La sua scuola di scrittura, fondata nel 2010, insegna a narrare professionalmente in tutte le forme della comunicazione moderna e insegna anche a narrare ai giovani, nelle scuole, e nelle alle aree della fragilità. contemporanea

Michele Cogo, autore tv, sceneggiatore e direttore di Fondazione Bottega Finzioni - ETS

Come autori siamo convinti che dall’incontro tra le storie dei libri e quelle dei personaggi nascerà una miscela narrativamente esplosiva e molto fertile, ribaltando il preconcetto che vuole la biblioteca come luogo polveroso e fermo. In realtà pochi posti al mondo contengono una concentrazione di storie come le biblioteche, basta saperle incontrare.

Marco Malvaldi e Samantha Bruzzone, autori di tanti romanzi e saggi

Sarà un piacere ambientare le nostre storie a Bologna, che con la sua università più antica d’Europa, e di conseguenza con le sue tante biblioteche cittadine, è certamente il luogo ideale dal quale porsi in ascolto per raccogliere le storie che avvengono nelle biblioteche di tutta Italia. Da quelle più sperdute in piccoli paesini fino a quelle affollate delle grandi città.

Dal 2010

Seguici


Fondazione Bottega Finzioni - ETS

 Sede legale: Galleria Ugo Bassi, 1 - 40121 Bologna
  Sede operativa: Via Aristotile Fioravanti, 18/3 - 40129 Bologna
+39 3287928112
Nuovo numero fax in corso di riattivazione
info@bottegafinzioni.com
Dona il 5X1000: CF 03071571206